Bando INAIL 2019 a Fondo Perduto: Scoprilo subito!

bando inail 2020 finanziamenti alteredu business

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Cosa trovi in questo articolo:

L’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro ha pubblicato anche quest’anno il bando INAIL 2019 ufficiale. Attraverso questo bando viene data la possibilità alle imprese di ottenere dei finanziamenti per migliorare la qualità del lavoro e per proteggere la salute dei lavoratori.

Tutte le aziende che intendono sfruttare questo particolare incentivo devono conoscere le caratteristiche del bando Inail 2019 e le modalità di richiesta. Trattandosi di un finanziamento a fondo perduto, il bando Inail costituisce un’ottima opportunità per le imprese che hanno bisogno di denaro, dal momento che le beneficiarie di questo incentivo non avranno l’obbligo di restituire la somma ottenuta.

Cos’è il bando INAIL 2019

Il bando INAIL 2019 è il bando ufficiale che l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro ha reso pubblico per offrire la possibilità alle imprese di accedere a dei finanziamenti a fondo perduto. 

Il nome ufficiale è in realtà bando INAIL ISI 2019, ma ci si riferisce allo stesso anche parlando di bando 2019 perché si avrà tempo fino al 29 maggio 2019 per presentare la domanda online. Questo bando mette a disposizione complessivamente 251 milioni di euro, che potranno essere usati dalle imprese per sostenere economicamente il miglioramento della sicurezza sul lavoro e per mettere in atto delle strategie volte a tutelare la salute dei lavoratori.

Grazie al bando INAIL 2019 a fondo perduto le imprese avranno l’opportunità di ottenere del denaro senza doversi rivolgere ai normali canali di credito. Quando si chiede un finanziamento ad un istituto di credito si deve mettere in conto la restituzione del denaro insieme agli interessi, che costituiscono il costo dell’operazione.

Il denaro messo a disposizione dall’INAIL sarà invece offerto gratuitamente a coloro che riusciranno ad ottenere l’incentivo e che dimostreranno di avere tutte le carte in regola per poter ricevere questi fondi. Per poter sperare di ottenere il finanziamento bisognerà dunque rispettare i requisiti e le scadenze del bando.

Destinatari bando INAIL ISI 2019

L’istituto che mette a disposizione il denaro a fondo perduto ha stabilito degli specifici requisiti necessari per fare domanda. I destinatari del bando INAIL 2019 sono infatti le imprese che risiedono in Italia e che sono regolarmente iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura. Anche le imprese individuali possono fare richiesta per ottenere l’incentivo, a patto che siano appunto iscritte alla Camera di commercio.

Agli enti del terzo settore viene data la possibilità di fare domanda solo per ottenere i fondi destinati al secondo asse di finanziamento. Per maggiori informazioni sugli assi di finanziamento invitiamo a leggere la prossima sezione.

Ciascuna impresa potrà fare domanda per un solo progetto. Il progetto dovrà essere descritto in dettaglio e dovrà essere inserito nel giusto asse di finanziamento, come sarà spiegato in seguito parlando delle categorie disponibili nel bando.

Quali sono le spese ammissibili

Non bisogna pensare che i 251 milioni di euro resi accessibili attraverso il bando INAIL 2019 sotto forma di finanziamento a fondo perduto siano un regalo per coprire spese personali. Nel bando sono infatti chiaramente descritte le spese ammissibili: il finanziamento sarà erogato solo ed esclusivamente per sostenere queste spese.

Per descrivere in dettaglio le diverse spese per le quali potrà essere richiesto questo incentivo è utile parlare dei 5 assi di finanziamento, per un totale di sei tipologie di spesa (nel primo asse di finanziamento rientrano due categorie di progetti).

Asse di finanziamento 1

Il primo asse di finanziamento è l’unico che prevede due tipologie di progetti. Si può chiedere l’incentivo proponendo dei progetti per la riduzione dei rischi lavorativi. Nello specifico, dei rischi rumore, chimico, vibrazioni, infortunistico, sismico, caduta e biologico.

Nello stesso asse di finanziamento rientrano anche progetti per favorire l’adozione di nuovi modelli di responsabilità sociale e di nuovi modelli di ottimale organizzazione del lavoro. L’organizzazione del lavoro risulta infatti fondamentale per la qualità di vita dei dipendenti.

Asse di finanziamento 2

Il secondo asse di finanziamento si rivolge in maniera specifica ai progetti che si propongono di ridurre il rischio da movimentazione manuale dei carichi. La particolarità di questo asse di finanziamento è che può essere chiesto anche dagli enti del terzo settore. I quali non potranno invece fare richiesta per gli altri assi di finanziamento.

La movimentazione manuale dei carichi è uno dei rischi più diffusi in ambito lavorativo. Ciascun datore di lavoro, con il supporto del medico specialista in medicina del lavoro, ha il dovere di effettuare una valutazione dei rischi, nella quale includere anche questa particolare tipologia di rischio.

Asse di finanziamento 3

Il terzo asse di finanziamento è pensato invece per coloro che propongono dei progetti per la bonifica dell’amianto. E’ stata ormai dimostrata scientificamente la relazione tra l’amianto e i problemi di salute, tra cui il mesotelioma

Il largo impiego di questo materiale prima che se ne scoprisse la cancerogenicità spiega coma mai in Italia ci siano ancora diverse aree in cui l’amianto è presente. Il problema sta nel fatto che l’abbattimento di strutture contenenti amianto richiede una spesa elevata, perché bisogna adottare delle specifiche misure di sicurezza volte ad evitare che le fibre di amianto vengano disperse nell’aria. 

Il bando INAIL 2019 dà la possibilità di ricevere un incentivo per la bonifica dell’amianto, operazione che risulta vantaggiosa per i lavoratori e per la popolazione generale.

Asse di finanziamento 4

Il quarto asse di finanziamento è dedicato sia alle piccole imprese che alle micro imprese che si occupano di specifici settori di attività.

Asse di finanziamento 5

Vediamo l’ultimo asse di finanziamento. Questo si rivolge invece sia alle piccole imprese che alle micro imprese che operano nella produzione agricola primaria di prodotti agricoli. In questo caso possiamo parlare di bando INAIL agricoltura, una delle definizioni più cercate sul web dalle imprese interessate ad ottenere il finanziamento a fondo perduto. E’ a questo asse di finanziamento che si rivolgono dunque coloro che desiderano sfruttare il bando INAIL 2019 per acquisto attrezzature agricole

Spese che si possono sostenere

I destinatari dell’incentivo potranno utilizzare il denaro ricevuto per sostenere tutte le spese collegate al progetto per il quale l’incentivo stesso è stato assegnato. Oltre alle spese direttamente collegate al progetto, il denaro potrà essere impiegato per sostenere anche spese strumentali o accessorie. Spese che sono però comunque utili per portare a compimento il progetto.

Ci sono anche delle spese non ammesse. Da tenere a mente per essere sicuri di non fare un uso improprio del denaro ricevuto. Con i soldi del bando INAIL 2019 non si potranno acquistare dei beni usati.  Così come non si potrà sfruttare la formula del leasing, ovvero della locazione finanziaria.

Ciò non vieta di utilizzare i soldi del bando INAIL 2019 per acquisto macchinari. Sono in tante ad esempio le imprese che operano nel settore dell’agricoltura che vogliono sfruttare il bando INAIL 2019 per macchine agricole. Il denaro ricevuto potrà essere impiegato per l’acquisto di macchinari e di macchine agricole. Solo a condizione che non si tratti di macchinari usati e che non si chieda di sfruttare la locazione finanziaria.

Perizia giurata per bando INAIL 2019

Affinché la richiesta di finanziamento possa essere considerata valida ed il denaro possa effettivamente essere erogato, si potrebbe rendere necessaria la perizia giurata per bando INAIL 2019 . Per comprendere meglio l’utilità di questo documento, è utile fare un esempio pratico.

Un’impresa potrebbe decidere di fare richiesta per ottenere il denaro necessario per la sostituzione dei macchinari utilizzati. Questo al fine di ridurre il rischio da vibrazioni. All’impresa viene chiesto di rendere noti i valori di accelerazione ed i tempi di esposizione. Valori che dovranno essere indicati nel DVR, ovvero nel Documento di Valutazione dei Rischi.

Prima di erogare il finanziamento sarà fatta anche una perizia giurata per bando INAIL. La quale dovrà mostrare dei dati coerenti con il DVR, pena l’esclusione della richiesta.

A quanto ammonta il contributo?

Si è detto che il bando INAIL ISI 2019 mette a disposizione complessivamente 251 milioni di euro. Ovviamente questa cifra sarà divisa tra le tante aziende che riusciranno ad accedere all’incentivo e che riceveranno quindi una somma diversa a seconda del progetto che avranno proposto.

Ci sono differenze nelle caratteristiche del contributo a seconda dell’asse di finanziamento per il quale si fa richiesta. Coloro che riceveranno un finanziamento facente parte degli assi 1, 2, 3 e 4 avranno un contributo del 65% e che varierà nel range 2.000€ – 50.000€ per l’asse 4 e nel range 5.000€ – 130.000€ per gli assi 1, 2 e 3.

Diverse invece le caratteristiche per l’asse 5, che in realtà può essere suddiviso ulteriormente in 5.1 e 5.2. Per l’asse 5.1 – ovvero per tutte le imprese agricole – si avrà un contributo del 40%, mentre per l’asse 5.2 – che include solo i giovani agricoltori – si avrà un contributo del 50%. Per l’asse 5 nel suo complesso il range di finanziamento è 1.000€ – 60.000€

Si ricorda che il contributo assegnato dall’INAIL viene proposto in regime de minimis, ovvero sotto forma di piccoli finanziamenti proposti alle imprese che non sono così elevati da rappresentare una violazione delle norme sulla concorrenza. 

Le somme ricevute con il bando INAIL 2019 possono essere eventualmente cumulate con interventi pubblici di garanzia sul credito. Le stesse somme non possono invece essere cumulate con altri finanziamenti pubblici che sono stati erogati per lo stesso progetto.

Quando portare a compimento il progetto?

Coloro che ricevono un finanziamento a fondo perduto con il bando INAIL 2019 si impegnano a completare il progetto entro 1 anno. Nella valutazione della richiesta di finanziamento viene presa in considerazione la fattibilità del progetto e vengono analizzate le reali possibilità che nel giro di dodici mesi quanto previsto possa essere portato a termine.

Per tutti coloro che riceveranno un finanziamento di almeno 30.000€ ci sarà la possibilità di chiedere l’anticipazione. Con l’anticipazione si chiederà e di fatto all’INAIL di anticipare una somma di denaro, che potrà corrispondere al massimo alla metà della cifra totale e che potrà essere ottenuta dopo aver presentato la fidejussione. 

Esclusioni bando INAIL ISI 2019

Non tutte le imprese, pur avendo dei progetti che rientrerebbero negli assi di finanziamento, potranno ottenere un finanziamento a fondo perduto con il bando dell’INAIL. Sono esclusi dal bando 2019 tutti coloro che hanno vinto il bando 2016, 2017 o 2018. L’unica eccezione riguarda le imprese che hanno ricevuto denaro negli scorsi anni per progetti del secondo asse di finanziamento: essi potranno infatti fare domanda anche per il bando di quest’anno.

Saranno esclusi anche coloro che hanno una condanna per lesioni personali colpose. Anche quelli per omicidio colposo, in cui il reato è stato determinato dalla violazione delle norme di sicurezza sul lavoro. Sono escluse anche le imprese che si sono rese responsabili dell’insorgenza di una malattia professionale in uno o più dipendenti, a meno che non ci sia già stata riabilitazione. 

Scadenze bando INAIL 2019

Per poter sperare di entrare nella graduatoria bando INAIL 2019  e di ricevere il finanziamento richiesto, è necessario rispettare le scadenze del bando. La prima data da tenere a mente è il 16 aprile 2019 , giorni in cui aprirà la procedura online per la compilazione della domanda.

La data più importante è però il 29 maggio 2019 . Data che rappresenta il termine ultimo per l’invio della domanda. Il 29 maggio il sistema online sarà chiuso e non sarà più possibile accedere a questo finanziamento a fondo perduto. Si consiglia di preparare la richiesta con calma e di evitare di arrivare all’ultimo giorno per inoltrare la domanda.

Il 5 giugno 2019 sarà assegnato il codice identificativo e sarà indicato anche il giorno in cui saranno comunicati i risultati ed in cui sarà mostrata la graduatoria bando INAIL 2019 .

 

Altri bandi

Sei interessato ad altri bandi? puoi dare un’occhiata a Resto al Sud oppure Microcrocredito.

 

SEI INTERESSATO A PARTECIPARE AL BANDO? CONTATTACI SU WHATSAPP SPECIFICANDO LE SEGUENTI INFORMAZIONI:

Nome e cognome

Città

email

attività svolta

E TI AIUTEREMO AD ACCEDERE AL BANDO!

Potrebbe interessarti anche

Cosa Possiamo Fare Per Te?​

Prepariamo la tua nuova impresa ad essere presente sui mercati ed essere in linea con le normative. Infatti, possiamo offrirti un Pacchetto Integrato di Servizi che puoi tranquillamente inserire come spese finanziabili dai vari strumenti sopra descritti.

Adeguamento Privacy

Non rischiare di perdere il 4% del fatturato per non esserti adeguato correttamente

Sicurezza

Certifica la tua azienda sulle cose che contano: sicurezza sul lavoro e dei tuoi dipendenti

HACCP

Corsi per l'igiene alimentare, garantisci ai tuoi clienti un servizio sempre di qualità.